Brexit, giovani “traditi” dai vecchi, voto e…

è da venerdì mattina che su Internet girano grafici come quelli nella schermata qui sopra, con accorate denunce che “non è democratico che a prendere una decisione che influenzerà la vita di chi oggi ha 20 e 30 anni siano state soprattutto persone che ne dovranno subire le conseguenze per molti meno anni”. Il tutto spinto da titoli oggettivamente sbagliati, o come minimo assai fuorvianti, tipo Continua a leggere Brexit, giovani “traditi” dai vecchi, voto e…

Uber, Airbnb eccetera: sharing economy un accidente

C’è ancora tanta gente, in Italia e all’estero, convinta che “Uber, così come Airbnb, sono i classici esempi da manuale di Sharing Economy” perché, fra le altre cose, “lo sosterrebbero Forbes, l’Economist , Wired…”. Ma chiamare cose come Uber e Airnbnb “sharing economy” è e rimane un’assurdità. Anzi, una prova di ignoranza dell’Italiano e/o dell’Inglese. Continua a leggere Uber, Airbnb eccetera: sharing economy un accidente

Pure i Cinque Stelle si son fatti fregare da Facebook

m5s-dentro-fbQuasi due anni fa scrivevo di quanto sia malposta certa fiducia in molti “nativi digitali” o comunque “utenti esperti di Internet”, citando “quelle tante brave persone che predicano (e praticano!) dalla mattina alla sera cittadinanza attiva, autodeterminazione e via dicendo… Continua a leggere Pure i Cinque Stelle si son fatti fregare da Facebook

Ancora su Prof., minori e Facebook

(Questa è una sintesi dei miei interventi in una discussione online su un tema che ho già trattato, quello della “bomba a tempo” delle scuole e di Facebook)

[un altro partecipante]: …c’è la questione delle informazioni su di loro che forniamo ai gestori dei social. È come se andassimo in un pub (dove vendono liquori) e incontrassimo dei minorenni che conosciamo e che cercano una comunicazione con noi. Cosa fai? Li ignori perché sennò violi la loro privacy e diventi complice del gestore del pub che li ha fatti entrare?… Ecco, credo che ognuno abbia la libertà di scegliere se, cosa e come comunicare in quel “pub” con un minorenne che è già lì (non l’abbiamo invitato noi ad entrare) e che cerca un contatto con noi perché ci conosce.

La mia risposta: Bello l’esempio del pub, vediamo se usando quello riesco a farvi capire di che si dovrebbe parlare: Continua a leggere Ancora su Prof., minori e Facebook