“Skuola.net vi dice tutto quello che è possibile sapere sugli esami di Maturità”. Tranne come scrivere decentemente durante quegli stessi esami. O in qualsiasi altra occasione.

In realtà ce l’ho con tutti i siti, e sono tantissimi, che fanno la stessa cosa. Squola.net è solo un esempio particolarmente adatto a mostrare il problema. Date un’occhiata a questo “testo”, che viene da www . skuola . net /maturita/date-maturita.html (un link non lo meritano, ma se volete una schermata completa eccola):

“Skuola.net vi dice tutto quello che è possibile sapere sugli esami di Maturità, con le indicazioni più utili riguardo le date maturità 2018, orari e regolamento delle prove scritte e del colloquio orale. Per tutti i maturandi che stanno per affrontare gli esami di maturità, Skuola.net propone anche una guida completa alle prove d’esame con durata, funzionamento e tutto quello che c’è da sapere sugli appuntamenti più importanti: prima prova maturità 2018, seconda prova maturità 2018, terza prova, colloquio orale e tanto altro. Dal primo giorno di scuola al fischio di inizio della maturità 2018, Skuola.net sosterrà tutti gli studenti alle prese con gli esami…”

“La prima delle date esami di maturità 2018 è quella della prova di Italiano: l’appuntamento, per la Maturità di quest’anno, sarà il 20 giugno, come è stato comunicato in via ufficiale dal Miur. Questa è la data dell’inizio degli esami di Maturità 2018, mentre la data maturità della prima prova, quindi si tratta di realistiche ipotesi, visti gli anni precedenti.”

e via così per altre 34 schermate, con frasi mai rilette tipo l’ultima qui sopra, ma soprattutto ripetendo ed evidenziando alla nausea, come in quelle televendite urlanti che ti trattano da cerebroleso:

Quando un sito scrive da schifo. Di esami o qualsiasi altra cosa /img/baffo-televendite.jpg

Il motivo di questo scrivere come se ci si rivolgesse a un deficiente completo, ripetendo le parole chiave fino al punto da rendere il messaggio completo illeggibile, è semplicissimo e ben visibile nella schermata già segnalata): ripetersi senza motivo, purtroppo, è un sistema ancora efficace per apparire ai primi posti nei risultati di Google relativi a quelle stesse parole (in questo esempio “esami maturità 2018 date”). Cioè per avere più visite, e quindi guadagnare di più con la pubblicità appiccicata a quei testi spazzatura.

Anche il problema, che ripeto non è certo esclusivo di Skuola.net e in parte non trascurabile è colpa di Google & C, è ovvio: chi legge certa spazzatura, oltre alle informazioni (*) si porta a casa anche il messaggio che esprimersi in quel modo è cosa da adulti maturi, non da semianalfabeti. E in un sito sulla maturità, è più grave che altrove.

(*) quando ci sono. Ve ne eravate accorti che la frase che inizia con “Questa è la data” oltre a far pena come linguaggio, in realtà non contiene alcun dato, solo ipotesi? Ma non fa niente, tanto a quel punto il lettore ha già caricato anche la pubblicità…