Non sappia la tua mano... che l'altra impugna un iPhone /img/italy-does-not-like-iphone-yes.jpg

Duemila anni fa, Gesù diceva “Non sappia la tua sinistra quel che fa la destra” (Mt 6,3). Qualche giorno fa, invece, l’Italia ha fatto una figura descrivibile come “Non sappia la mano di chi risponde (male) a questionari ufficiali quel che impugna la mano del suo capo, cioè del Presidente del Consiglio”.

A destra: Matteo Renzi che dice “L’Italia sia facile e bella come gli iPhone di Steve Jobs”, mostrando un iPhone 6, lo stesso giorno in cui incontrava il capo di Apple, per parlare dell’Human Technopole (bella storia, pure quella).

A sinistra: un commento appena uscito sulle discussioni in corso in Europa sulla criptografia, i cui punti forti a proposito dell’Italia sono che l’Italia:

  • è uno degli 11 paesi che hanno accettato di rendere pubbliche le loro risposte (bene! Bravo chi ha deciso!)
  • “ha risposto tutto in maiuscolo..” (cosa che spicca perché questi sono funzionari che stanno rispondendo ufficialmente a questionari ufficiali, mica Napalm 51 su Facebook, e scrivere tutto maiuscolo è un tantinello da sprovveduti. Meglio evitarlo)
  • Italy surely doesn’t seem to like iPhones.” Ovvero: “cribbio, a questi Italiani gli iPhone stanno proprio sulle scatole!”(perché sarebbe impossibile violarne la criptografia, e quindi sono ideali per i criminali che vogliono nascondere qualcosa”)

Poi, è ovvio, stabilire chi e quando ha ragione, quando si parla di facilità contro pubblica sicurezza, è tutto un altro discorso, molto più complesso. Però questa cosa è buffa, diciamo. Tipo quelli che alle conferenze ti parlano dei vantaggi del software libero leggendo appunti dal loro Macbook o iPad (scusate, m’è proprio scappata).