Auto blu in Italia, il nuovo (e vero) scandalo

 Su Facebook c’è una pagina contro le Auto Blu che: ”…ci costano 21 miliardi di euro all’anno. Se si dimezzassero le Auto Blu non ci sarebbe bisogno della finanziaria… perchè l’Italia è prima al mondo in questo settore con 629120 vetture”. Sempre su Facebook c’è un gruppo chiamato “600.000 auto blu? caro amico politico, puoi andare a piedi!” che mentre scrivo ha 13764 sostenitori.

Io ho scoperto l’esistenza di quella pagina il 12 dicembre 2010, quando tante persone l’hanno segnalata ai loro contatti avviando una reazione a catena. Mi sono subito indignato moltissimo e cercando di saperne di più ho scoperto che le cose stanno molto peggio di come sembrano.

Fortunatamente quella pagina Facebook non applica l’articolo 1 della guida a come sprecare Internet, ma cita la sua fonte: un’altra pagina che dichiara che i dati vengono “una proiezione effettuata dalla KRLS Network of Business Ethics per conto dell’Associazione Contribuenti Italiani” ma senza degnarsi di fornire link diretti a quelle due organizzazioni.

Pazienza, bastano due clic per scoprire che l’Associazione Contribuenti Italiani e il Krls Network of Business Ethics collaborano on line attraverso “il portale www.contribuenti.it interamente al servizio del contribuente” (incidentalmente, entrambi gli ultimi due siti hanno una struttura che avrebbe fatto pena negli anni ‘90 e il Network of Business Ethics non ha un link “contatti” attivo, ma non divaghiamo).

Prima di continuare, vi spiego perchè mi sono indignato scoprendo quella pagina Facebook: 629120 auto blu in Italia?? Ma le “auto blu” sono quelle, quasi sempre con autista, concesse in uso personale a specifici individui. In Italia ci sono (dati ISTAT) quasi 600 autovetture ogni mille abitanti e quasi 60 milioni di persone. Basta fare quattro operazioni da terza elementare per scoprire che:

    600*(60000000/1000) = 36000000 (1)

    60000000/629120 = 95.37        (2)

    36000000/629120 = 57.22        (3)

cioè per scoprire che (approssimativamente, è ovvio) in Italia ci sono circa 36 milioni di autovetture (1) ovvero (ma contando anche minorenni, detenuti, invalidi e tantissimi altri adulti che non hanno la patente) un’auto ogni 95 persone (2) e soprattutto un’auto blu ogni 57 automobili, Smart e Panda incluse (3).

Io vivo a Roma dove c’è una concentrazione altissima di auto blu, ma anche a Roma sono in numero immensamente inferiore a una ogni 60 auto e 95 persone. Basta stare cinque minuti in strada per capirlo. Figuriamoci nel resto d’Italia. Ecco perchè mi sono indignato: perchè bastano le tabelline e un cervello acceso per capire che 629120 auto blu sono un numero assolutamente inverosimile anche in Italia.

Ma com’è nata la bufala? Lo specifico comunicato stampa di contribuenti.it da cui vengono i numeri sulle auto blu non parla di 21 miliardi di Euro l’anno ma dice comunque, esplicitamente, una cosa molto importante:

_KRLS Network of Business Ethics, nello stilare le prime proiezioni, ha analizzato il parco delle auto blu utilizzate in qualunque modo dalla P.A., conteggiando sia quelle proprie che quelle in leasing, in noleggio operativo e noleggio lungo termine, presso lo Stato, Regioni, Province, Comuni, Municipalità, Asl, Comunità montane, Enti pubblici, Enti pubblici non economici, Societa' misto pubblico-private e Societa' per azioni a totale partecipazione pubblica._

In pratica, come ha riassunto brillantemente Antikom in quella cifra ci stanno anche “le Panda dell’Enel… e probabilmente anche le auto delle ASL che trasportano sangue e organi”. Insomma quell’analisi, o almeno quel comunicato e quasi tutti i suoi riassunti visibili in Rete (inclusi alcuni da giornali “veri”, politici di professione e Beppe Grillo) chiamano blu anche auto che blu non sono affatto. Il risultato è evidentemente e assolutamente inverosimile, ma migliaia di persone che votano continuano orgogliosamente a indignarcisi.

Tutto questo è ancora più grave perchè io non sono affatto il primo a segnalare pubblicamente quanto è stupido credere a 629120 auto blu:

Insomma, qual è il nuovo e vero scandalo delle 600mila auto blu?

Anche se le auto blu fossero solo 90000 e costassero solo 4 miliardi come dice Brunetta sarebbero comunque una spesa da ridurre, viste le attuali condizioni dello Stato. Speriamo che la riducano presto. Nel frattempo, qui l’unico vero scandalo sembra essere soltanto quello già emerso con la storia de l’emendamento che non voleva morire e i costi di Microsoft. Parlo dello scandalo, molto più grave delle auto blu, ricordato da Tullio De Mauro all’Internet Governance Forum del 2010:

_solo il 20% degli italiani è in grado di comprendere testi mediamente complessi e fare calcoli non troppo complicati... solo il 20% della popolazione italiana ha gli strumenti per orientarsi in una società contemporanea_

è per questo che a volte mi chiedo se gli Italiani sono pronti per governo e dati aperti.


Puoi anche:

Dai miei progetti:

Scritti recenti: