Facciamo anche la spending review delle cassette?

 

La settimana scorsa ho assistito a un bel convegno sull’Open Government, di cui ho già riassunto a parte gli spunti più interessanti. Qui voglio solo aggiungere una “cosetta” collaterale (ma anche no) scoperta grazie a quel convegno

, svoltosi nella Sala della Mercede della Camera dei Deputati. Appena finiti i lavori, gli organizzatori si sono visti consegnare, come presumo sia la regola, l’audio completo del convegno… nel formato che vedete in foto (l’originale è qui).

Facciamo anche la spending review delle cassette? /img/nastri_pdf_forum_roma_primopiano.jpg

Quelle cassette mi sembrano una bella prova di quella “mentalità del ‘48” denunciata proprio durante il convegno dall’On Artini. Per apprezzarne appieno la portata ci vuole qualche minuto di riflessione. Fra il personale della sala c’era sicuramente anche qualcuno capace, come si dice su Facebook, di “riconoscere il collegamento fra questi due oggetti”

Facciamo anche la spending review delle cassette? /img/cassetta_matita.png

ma più di tanto non possono fare. Che ci fanno di quei nastri i tanti che non hanno più un registratore a cassette dal millennio scorso? A parte questo, quanto CI costano manutenzione del registratore e scorte di cassette rispetto a registrazioni MP3, copiabili a richiesta degli organizzatori su chiavetta da loro fornita?

Certo, è uno spreco da nulla rispetto a quello nel quale si fanno quelle registrazioni: quel “Palazzo Marini” per cui paghiamo tutti affitti d’oro senza gara (altri dettagli qui) anche se forse il recesso sarebbe stato molto più facile che in altri casi. Però evitarlo costerebbe pochissimo e avrebbe un effetto benefico sul morale dei frequentatori della sala. Ti viene o no la depressione, dopo che hai spiegato per mezzora, tutto gasato, i risparmi dell’Open Government, a riascoltarti (o chiedere di riascoltarti) su cassetta?

(Seconda immagine derivata da questo forum)

Stop a Zona-M   Never miss a story: follow me on Twitter (@mfioretti_en), or via RSS