Wikispeed e LifeTrac, il nuovo modo di fare automobili e... trattori

 

Vi ricordate quando iniziò la manfrina delle auto Euro 0, 1, 2.. e in molti pensammo “ma porc… quindi adesso dovrei cambiare la macchina quasi nuova, solo per poter continuare ad andare in centro!?!” Non so voi ma io, oltre a questa domanda, me ne feci presto anche un’altra:

In fondo, sono solo il motore e al limite la marmitta a non essere “Euro x”, mica tutta l’auto. Perché non posso cambiare solo un motore Euro 4 con uno Euro 5, così come cambio solo le gomme quando nevica? Non sarebbe un gran bel risparmio, oltre che un gran bene per l’ambiente?

L’ovvia risposta è sì, e di recente ho trovato chi lo sta già facendo seguendo due regole che potrebbero davvero rappresentare il futuro del’industria automobilistica (e forse anche dell’agricoltura, vedi a fondo pagina). Ecco come (riassunto da qui).

Il primo enorme problema delle aziende automobilistiche tradizionali è che, per colpa della loro mole e quindi del bisogno di vendere milioni di auto, possono metterci anche 10 anni per progettare un modello che poi produrranno per altri 5, 10 o anche 14 anni. Ciò significa che l’auto nuova di zecca appena comprata, in realtà è cosa servirebbe a voi, oggi… secondo qualche progettista di vent’anni fa!

Wikispeed, invece, progetta e costruisce auto in maniera completamente diversa. La sua prima regola è utilizzare la stessa metodologia agile dell’industria software: invece di re-iniziare da zero e da soli ogni dieci o vent’anni, riesaminare secondo le indicazioni dei clienti l’intero progetto, re-inventando ogni volta le cose più urgenti, ogni 7 giorni!

Wikispeed e LifeTrac, il nuovo modo di fare automobili e... trattori /img/wikispeed_sgt01.jpg

Questa non è nè fantascienza nè teoria. Lavorando in questo modo, Wikispeed ha già progettato e realizzato il modello STG01 che vedete in figura e che ha queste specifiche:

  • 4 posti

  • 44 Km con un litro in città, 48.5 in autostrada

  • da 0 a 96 Km/h in 5.5 secondi

  • 5 stelle nei crash test

  • legalmente immatricolabile

  • costo attuale circa 21mila Euro, ma l’obiettivo è arrivare sotto i 15mila

L’altro limite enorme delle case automobilistiche tradizionali, sempre legato agli enormi volumi che devono vendere, è che possono produrre solo auto inalterabili. L’auto di Wikispeed, invece, è deliberatamente e interamente progettata per essere davvero modulare, cioè è fatta apposta per:

  1. permettere al proprietario di cambiare facilmente componenti, e non parliamo dei tappetini. Con un’auto Wikispeed potreste:

    • cambiare l’intera scocca, passando per esempio da 2 a 3 volumi o da berlina a spider, spendendo (per la scocca stessa) meno di 1000 dollari

    • sostituire in qualsiasi momento l’intero motore con un altro (fisicamente compatibile) che consumi meno, usi un altro carburante più economico o rispetti nuove norme antismog

  2. semplificare il più possibile le operazioni di manutenzione e “aggiornamento”, rendendole alla portata anche di meccanici poco esperti: “la sostituzione di motore, freni, sospensioni, ecc è un processo che richiede solo pochi minuti”

  3. ridefinire il concetto di “usato sicuro”. Oltre a durare molto di più perchè facilmente mantenibile e aggiornabile, un’auto alla Wikispeed perderebbe meno valore per lo stesso motivo, cioè perché l’acquirente saprebbe di poter rinnovare anche parti importanti senza spendere cifre enormi

Wikispeed e LifeTrac, il nuovo modo di fare automobili e... trattori /img/LiftTracWithTracks.jpg

Le idee alla base di Wikispeed non sono limitate alle auto. Gli agricoltori italiani sono in difficoltà anche per i costi di trattori e altri mezzi agricoli. Ma quanti di loro conoscono il trattore LifeTrac (vedi foto), sanno che costa molto meno di modelli commerciali equivalenti e che chiunque può costruirne uno, scaricandone legalmente i progetti da Internet?

Commenting system (still under test!!!)


Puoi anche: