Premio per chi scrive programmi che "aprano" i dati delle multinazionali

 

Apertura e trasparenza completa dei dati pubblici, un concetto che include o dovrebbe includere le informazioni essenziali sulle aziende e le loro attività, sono requisiti essenziali per risparmiare denaro pubblico, combattere sprechi e corruzione, individuare i problemi prima possibile e, spesso, creare posti di lavoro.

Se volete esempi concreti dall’Italia di tutto questo, leggetevi gli articoli di Stop sui dati pubblici aperti, che parlano di Affittopoli, banche aperte e altre cose del genere. Se già siete convinti dell’importanza dei dati aperti e siete bravi programmatori, provate a partecipare alla gara che ho descritto qui sotto, a partire dall’annuncio originale in Inglese. Se non siete bravi programmatori ma ne conoscete uno, fate vedere a lui questa pagina, l’importante è che chi sa farlo ci provi!

OpenCorporate è un’associazione che sta costruendo un database online, aperto a tutti, che contenga “dati governativi da tutti i paesi del mondo relativi più aziende possibile, cercando di eliminare i doppioni e soprattutto di accorpare i vari nomi o sezioni di una stessa azienda multinazionale e i relativi dati come voci uniche, per rendere analisi e confronti più facili e veloci possibile.

Perché? Perchè appalti e finanziamenti pubblici, così come sentenze o altre informazioni giudiziarie relative a un’azienda, sono tutti dati che è cruciale conoscere e analizzare per evitare corruzione e sprechi, ma per farlo efficacemente è necessario proprio avere un elenco unico, internazionale, di tutte le grandi società.

I dati fondamentali che vanno inseriti in quel database per ogni società sono, come minimo, nome, nazione in cui opera, codice fiscale e partita IVA (o i dati equivalenti in altre nazioni) società, la competenza e il nome della società. Per inserirli nel database senza perderci una vita è necessario scrivere semplici programmi (scraper) che li leggano automaticamente dai siti web ufficiali di ogni nazione, tipo quelli delle Camere di Commercio, e altrettanto automaticamente li scrivano nel database. Secondo Chris Taggart, uno dei fondatori di OpenCorporates, un bravo programmatore potrebbe metterci poche ore a scrivere uno di questo programmi, in qualsiasi linguaggio gli sia più congeniale.

Di conseguenza, per facilitare la scrittura di questi scraper, OpenCorporates mette a disposizione piccoli premi in Sterline per chiunque scriva questi programmi: si va da 100 Sterline per scraper su un paese generico non ancora presente a 500 per casi particolari come lo stato americano del Delaware, che ha un sito abbastanza complesso da “leggere” automaticamente.

Per i dettagli, leggete il post originale oppure scrivete direttamente a OpenCorporates per avere informazioni. L’importante è cominciare! E se volete che tutte le Regioni e tutti i Comuni italiani dichiarino quali dati hanno aperto, chiedetegli di partecipare a questo sondaggio online sui dati aperti promosso da un network dell’Unione Europea.

Commenting system (still under test!!!)


Puoi anche: