Avvocati che spammano, come difendersi? E perché lo fanno?

 

Qualche mese fa mi sono appena trovato nella posta in arrivo il primo, per me, messaggio di spam spedito da veri avvocati:

  Egr. Avvocato,

  ci pregiamo di comunicarLe che lo studio legale ---
  è a sua disposizione per domiciliazioni, sostituzioni
  in udienze, o attività di cancelleria presso il
  Tribunale di --- e relative sezioni distaccate, nonchè
  presso la Corte di Appello e l'Ufficio del Giudice
  di Pace. Lo studio garantisce professionalità negli
  incarichi affidati e pronta informazione sull'andamento
  dei procedimenti.

  (seguivano email, telefono, indirizzo e studio web dello
  studio legale in questione)

Non essendo io avvocato e nemmeno laureato in legge, si trattava certamente di spam inviata alla cieca. Pertanto, la prima reazione è stata di scrivere (solo) del tragicomico stato economico e mentale in cui versano i neolaureati in legge di oggi per fare mosse del genere, non riuscendo a pensare che chiunque con un minimo di esperienza in più potrebbe essere tanto sprovveduto.

Poi mi sono chiesto se e come mosse del genere violino non dico la legge ma codici deontologici, prassi professionali o altro. Non essendo, appunto, avvocato io stesso, ho girato la domanda a due avvocati che conosco, Ernesto Belisario e G.B. Gallus (uno degli autori della mini Guida per Scuole e Famiglie al diritto d’autore). Mi hanno risposto con un consiglio pratico e un parere personale, da me sintetizzati e riformattati per brevità.

Cosa posso fare se mi spamma un avvocato?

Sotto il profilo deontologico non è un capolavoro, ma probabilmente non è sanzionabile, tanto più che ora gli avvocati possono farsi pubblicità. Piuttosto, la cosa è rilevante dal punto di vista della privacy. Se un avvocato vi spamma in questo modo, chiedetegli ai sensi dell’art 7 D.lgs 19603 quali vostri dati personali possiede e come se li è procurati, dichiarando formalmente di opporvi alla prosecuzione del trattamento di quegli stessi dati.

Vogliamo parlare di crisi dell’avvocatura?

Consiglio pratico a parte, ecco i commenti ricevuti dopo la lettura di quello spam:

Gallus: Non hai idea di quante email del genere riceviamo, e ancora prima era una prassi diffusa a livello cartaceo. Conservo ancora la mail di un collega che aveva “spammato” tutti i membri di un’associazione della quale allora facevo parte, selezionando gli avvocati.

Belisario: A dire il vero, quando ricevo mail di questo tipo (ed è sempre più frequente), mi prende un senso di tristezza: se sono sempre di più i professionisti che spammano, significa che la crisi (economica e dell’avvocatura) è diventata davvero insostenibile. E non mi sembra che qualcuno se ne stia prendendo carico.

Commenting system (still under test!!!)


Puoi anche: