All Posts

Quando comprate nuovi computer e telefonini, avete già inquinato tantissimo

Premessa: Il testo che segue è un breve estratto da una delle lezioni del corso online di Cultura Digitale che tengo ogni anno per il VIS. Lo pubblico perchè è un utile complemento (senza nessuna pretesa di concludere l’argomento!) a un interessante articolo di A. Carraturo a proposito del Trashware, intitolato Trashware: salva l’ambiente o pia illusione?.

Ogni giorno dovrebbe essere un 10/10/10 (ma l'Italia dov'è?)

Il 10 ottobre del 2010 (10/10/10) è il giorno scelto per una festa su scala globale a cui nessuno dovrebbe mancare:

Moriremo sepolti dalle auto, ma è indispensabile produrle anche dopo il 2011

Nelle ultime 24 ore sono apparse due notizie che sarebbero importanti anche considerate separatamente, ma viste insieme una dopo l’altra fanno un po’ impressione. O almeno a me danno parecchio da pensare e confermano che certe domande che facevo qualche mese fa sono importanti.

Ce lo meritiamo il traffico? Chiedetelo a cani e gatti

È strano come cose che sembrano assolutamente indipendenti nella realtà siano invece più o meno collegate. Il 5 febbraio 2010, solo cinque giorni dopo il blocco del traffico e le relative polemiche, un avvenimento assolutamente imprevedibile, cioè una nevicata d’inverno, ha mandato ancora più in crisi del solito il traffico a Milano e intorno a Milano.

[...], mandami un Natale lento e con criterio

La breve preghierina che segue è stata ispirata da alcune riunioni di famiglia in cui si discutevano i preparativi per il Natale e dalla scoperta degli articoli citati più avanti. È una preghiera di uso universale, perfetta per tutti indipendentemente dalla religione. Al posto dei puntini potete scriverci il nome che volete, da qualsiasi Dio… al vostro, e avrà comunque senso. Anche se del Natale non importa nulla, a qualunque livello, nè a voi nè a chiunque altro intorno a voi. E tutto sommato, considerando il mondo in cui viviamo, anche in altri momenti dell’anno male non farà.

Cosa ci faremmo con le auto di Termini Imerese?

Qualche giorno fa ho sentito alla radio un’intervista a operai e sindacalisti dello stabilimento FIAT di Termini Imerese, che secondo l’azienda dovrebbe smettere di produrre auto nel 2011 perché non è competitivo. La cosa che più mi ha colpito sono state le dichiarazioni di diversi intervistati che “in Italia si producono troppo poche automobili” e che a Termini Imerese si può e si deve continuare a fabbricare auto quanto e più di oggi, punto. Nessuna incertezza su questo. Questo mi ha colpito molto perché