Ci sono siti che sono “quotidiani online d’informazione scolastica”. Siti professionali, con tanto di scritta “All Rights Reserved” e “Registrazione Tribunale di Napoli 19 / 2017”. Ma allora perché…

Siti che fanno scuola... di copiatura? /img/siti-peracottari.jpg

ci trovi articoli come quello in figura (versione più grande qui), che al momento in cui scrivo è firmato “Redazione”, senza alcuna attribuzione della fonte, ma in realtà è copiato quasi alla lettera, titolo incluso, da “Cyberbullismo, la proposta di Crepet: «Cellulari vietati in gita scolastica” uscito un mese prima?