Il Ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca ha pubblicato un Avviso pubblico per l’adesione al Curriculum di Educazione Civica Digitale al fine di reperire “materiali didattici da mettere a disposizione di ogni scuola utili ad attività educative inerenti l’educazione ai media, all’informazione e ai data”. Mica roba da poco, insomma.

Meno male, di educazione civica digitale c’è davvero bisogno. Peccato che quell’avviso il MIUR lo abbia pubblicato il 30 novembre 2017. Con scadenza il 10 dicembre 2017. Comunicando il 5 dicembre 2017 che è interessato a ricevere “contenuti e attività su questi temi”.

Suggerimenti per Educazione Civica Digitale. Solo se già pronti, grazie /img/bando-miur-10-giorni-di-cui-3-ponte.jpg

Personalmente, questo avviso l’ho scoperto il 9 dicembre 2017 alle 11 di mattina, per puro caso, via Facebook. Ma se anche fossi connesso h24 al sito del MIUR, quanta differenza avrebbe fatto? Dieci giorni di preavviso per una cosa di questa complessità? DIECI? Con scadenza di domenica, al termine di un ponte di tre giorni? Ma niente paura:

Suggerimenti per Educazione Civica Digitale. Solo se già pronti, grazie /img/proroga-manifestazione-interesse.png

Il SETTE dicembre è infatti magnanimamente arrivata una proroga di ben tre giorni.

IMPORTANTE: è vero che entro quella scadenza bisogna impegnarsi “soltanto” alla “formulazione successiva di una o più proposte di attività didattiche”, cioè che, nelle parole degli esperti del MIUR:

“In questa fase non è richiesta la condivisione di materiali: è sufficiente esprimere il proprio interesse ad aderire al Curriculum di Cittadinanza Digitale, e indicare i temi specifici su cui si è disposti a fornire materiali,”

però dieci giorni, pur lavorativi e non di calendario, sempre pochi sono. Fra quello, e il fatto che i materiali vanno prodotti e forniti gratis, mi chiedo se la proposta non sarà di fatto limitata a chi già era attivo nel settore, con “prodotti” già finiti o quasi, da ben prima del 30 novembre. E se sarà così, sarà un peccato.

Resta il fatto che di tornare a fare seriamente educazione civica per il 21mo secolo, e quindi anche digitale, nelle scuole c’è davvero bisogno. Spero sinceramente che la cosa riesca bene e abbia successo. Quindi, se potete contribuite, anche se ormai anche la proroga è quasi scaduta.

Personalmente, dato il preavviso e i termini della chiamata, segnalo una mia proposta di Open Data da e nella scuola. Magari, dopo sei anni sono già disponibili indipendentemente, in qualche scuola, contenuti già pronti e riutilizzabili anche in quel modo.